Cerca
Filters
Close

Cosa sapere per scegliere i colori delle pareti di casa.

 

 

Cosa considerare per pitturare casa.

Questo è il periodo ideale per rinnovare le pareti della casa, se stai cercando delle idee sei nel posto giusto! In quest'articolo trovi dei consigli per prepararti a pitturare casa e qualche idea sulla scelta dei colori in base ai loro effetti.

Difatti, la scelta del colore delle pareti della casa è una decisione molto importante, in quanto, oltre a condizionare l'estetica degli ambienti, influenza anche i tuoi stati d'animo. Partiamo con delle indicazioni e consigli su come dipingere gli ambienti:

1 Le stagioni ideali per dipingere le pareti di casa sono la primavera e l’estate. In generale evita le giornate fredde e piovose, non solo per la necessità di arieggiare gli ambienti durante e immediatamente dopo la tinteggiatura, ma anche per non ostacolare l’essiccazione della pittura.

Prima di iniziare prepara la stanza, spostando i mobili al centro, proteggendo porte, finestre e pavimenti con teli di plastica e utilizzando lo scotch di carta per proteggere placche elettriche, stipiti e tutto quello che non puoi spostare.

3 In presenza di muffe ti consiglio di procedere con un trattamento specifico. In commercio esistono soluzioni detergenti in grado di eliminare le spore delle muffe presenti nell'intonaco.

4 Nel caso di intonaco nuovo, se hai eseguito molte stuccature, ma anche se sono presenti vecchie pitture sfarinanti è fondamentale il fissativo o primer o aggrappante (prodotto trasparente utilizzato per permettere alla pittura di aderire perfettamente alla parete).

5 La vernice deve essere diluita. La percentuale è spesso indicata in % di acqua da aggiungere in volume: ad esempio per diluire un’idropittura al 20%, se la latta è da 15 litri, bisogna aggiungere 3 litri di acqua.

6  Devi decidere se tinteggiare a pennello o rullo, perché la scelta degli attrezzi migliori in base al lavoro da svolgere è determinante.

7 In generale ti consiglio di iniziare a pitturare dal soffitto, in modo da poter coprire eventuali schizzi sulle pareti. Mentre per le pareti si inizia da un lato ad angolo e si procede verso l’altro lato, applicando la pittura dall’alto verso il basso, incrociando se necessario.

8 E' sempre meglio non interrompere il lavoro senza aver terminato la parete. Per zone piccole o nascoste si possono utilizzare pennelli curvi e più piccoli.

9 I tempi di essicazione e ricopertura sono sempre indicati sull’etichetta della pittura scelta. La seconda mano uniforma l’aspetto e aumenta la durata, ed è fondamentale per un lavoro di perfezionamento.

 

Scegliere colori pareti

 

Prima di scegliere il colore, oltre a considerare l'effetto ottico, altra informazione importante è il significato e gli effetti che ha su noi stessi una determinata tonalità. Vediamoli:

Colori: significato ed effetti sulla persona

Ecco gli effetti dei colori più utilizzati per dipingere le pareti:

BIANCO: è un colore che rivitalizza, è fresco, luminoso e solare; è il colore della luce, ovvero il simbolo dell’energia, della vitalità e della semplicità. E' il colore più diffuso ed è in grado di rendere ogni casa luminosa e accogliente, il bianco è adatto a tutti gli ambienti e può essere personalizzato in molti modi diversi con arredi e finiture.

ROSSO: è un colore energico ed eccitante, è il colore dell’amore e della passione, da utilizzare con parsimonia. Se utilizzato con tonalità troppo sature (accese) può infatti favorire stati di tensione e nervosismo. Al contrario, se impiegato nelle giuste dosi e sfumature, trasmette sentimenti di forza e vitalità, che rendono le persone più aperte, gioiose, piene di energia e fisicamente più istintive. Una parete accento è l'ideale per utilizzare questo colore.

BLU: è il colore della calma, della pace e della serenità emotiva che conduce all’armonia. In quanto tale è tranquillizzante e ideale per l'area notte. Se il celeste fa bene agli occhi, calma e rilassa, il blu è il colore che calma, modera e fa dimenticare i problemi di tutti i giorni, perché dissipa il nervosismo, rallenta la pressione sanguigna e la respirazione. Da evitare i blu più profondi su zone troppo estese e optare invece per tonalità più chiare. 

VERDE: è il colore della natura, che dona ossigeno e vitalità. In mezzo alla natura la nostra mente è libera di viaggiare e di rilassarsi, di allontanare i pensieri negativi e di ricercare quell’equilibrio e armonia che donano calma e stabilità. Coloro che amano il verde sono persone miti e sincere, aperte e pazienti. Anche per questo colore vale però la regola dei toni, sempre da prediligere i più chiari e tenui.

GRIGIO: è il colore del non coinvolgimento. Molto elegante e adatto a tutti gli ambienti consente all'arredo di spiccare in modo particolore. Se abbinato ad altri colori consente di dare maggiore risalto a questi ultimi creando interessanti contrasti cromatici.

NERO: è in genere associato all’idea di potere; in alcuni contesti esso assume la valenza di colore in grado di denotare forza, autorità, eleganza e prestigio. Il nero, però, è il colore del mistero e dell’inspiegabile: è la luce non ancora manifesta, nella quale tutto esiste ma non è visibile. Difficile immaginare di dipingere un’intera stanza di nero, ma è un colore interessante per determinate nicchie soprattutto se per mettere in risalto colori.

ARANCIONE: L'arancione è meno eccitante del rosso ma ugualmente intenso, infonde energia ed entusiasmo nelle persone, porta serenità, allegria e ottimismo. È un colore brillante e gioioso che favorisce il buon umore e la spensieratezza. L’arancione è il colore “sociale” delle persone un po’ estroverse che amano la compagnia: meglio usare questo colore su una sola parete.

I nostri esperti sono a disposizione per qualsiasi consiglio non esitare a contattarci.

 

 
 
Lascia un commento
Archivio blog