Cerca
Filters
Close

Come mantenere i propri pennelli come nuovi

Pulizia pennelli e rulli

I professionisti e i veri amanti del faidate lo sanno: quando si dipinge, per ottenere un ottimo risultato, oltre alla scelta dei rulli e dei pennelli, è importantissima la pulizia e la conservazione.

La prima cosa da sapere è che la pulizia di rulli e pennelli dopo che sono stati usati dipende molto dal tipo di vernice o materiale che si è scelto di utilizzare. Se si tratta infatti di colori ad acqua basterà lavarli semplicemente con acqua e sapone; nel caso di vernici diverse, invece, come il flattig o gli smalti ad esempio, o addirittura le colle, sarà necessario utilizzare degli appositi solventi.

Pulizia pennelli e rulli

I trucchi del mestiere per pulire perfettamente

Dopo aver imbiancato la parete della propria abitazione o dopo aver dato alla stessa il colore desiderato, il passo successivo è quello di pulire tutti gli attrezzi utilizzati e di conservarli al meglio per poterli riutilizzare la volta successiva.

Per quanto riguarda nello specifico i pennelli, è utile in alcuni casi usare una spatola metallica allo scopo di separare le setole incrostate e portare via un po’ di colore in eccesso che nella fase di inutilizzo si è condensato.

Se la vernice usata è idropittura (quindi a base d’acqua) sia pennelli che rulli possono semplicemente essere lavati con acqua e sapone. L’acqua dovrà essere tiepida, evitare di adoperare quella troppo calda se le setole del pennello usato sono sintetiche perchè tenderebbero ad indurirsi.

Servendosi preferibilmente di un paio di guanti in lattice, è necessario insaponare bene le setole o il rullo e massaggiare, facilitando in questo modo la pulizia degli utensili. Durante questa operazione bisogna inoltre fare ben attenzione anche al resto dello strumento: spesso viene dimenticato il supporto e l'attaccatura delle setole.

Dopo il lavaggio col sapone gli oggetti vanno risciacquati con cura e lasciati ad asciugare. La fase dell’asciugatura è molto importante per un buon risultato finale: le setole devono essere rivolte verso l’alto.

Una volta asciutti del tutto bisognerà infine avvolgere gli strumenti in carta da giornale e sistemarli in un posto asciutto.

Se si è utilizzato uno smalto all'acqua l’acqua senza sapone può bastare. L’importante è agire in fretta evitando che la vernice si secchi. Lavare quindi pennelli e rulli in acqua tiepida e risciacquarli seguendo la stessa procedura dell'idropittura.

Se invece la vernice utilizzata per lavorare è diversa da quelle appena citate l’uso del solvente diventa indispensabile. I pennelli infatti andranno messi a bagno nella sostanza diluente, all’interno di un contenitore di vetro, di alluminio o di ceramica. L’accortezza da avere in questa fase è quella di non farli toccare sul fondo: così facendo infatti si impedisce alle setole di deformarsi. Ultimo lavaggio con acqua e sapone. Per ottenere un’asciugatura ottimale il pennello dovrà infine essere lasciato a testa in giù, appeso da qualche parte, con un elastichetto stretto attorno alle setole per impedire che perdano compattezza. Conservare sempre in carta di giornale e al riparo da umidità.

Per pulire colla e altri elementi decorativi -come per esempio glitter- l'acquaragia è l'alleato perfetto.

Per la conservazione si suggerisce di riporre gli strumenti con palline antitarme. Se seguite questi semplici accorgimenti i vostri strumenti di lavoro saranno sempre come nuovi!

Lascia un commento
Archivio blog